Torna alla home page

 

CENTRO RICERCA

Lakazeza è un vero e proprio laboratorio a cielo aperto, in cui stiamo allestendo un centro di ricerca, i cui obiettivi futuri sono: il monitoraggio dei cetacei del Canale di Corinto, studi di biologia marina e ricerche etologiche sugli invertebrati. Le attività di ricerca sono svolte in collaborazione con naturalisti e biologi l’Università di Torino e con Gaia Research Institute  (www.gaiaresearch.org).

MONITORAGGIO DEI CETACEI DEL CANALE DI CORINTO

Con il termine “Canale di Corinto” si designano le acque comprese tra la Grecia settentrionale e il Peloponneso. Si tratta di un esteso braccio di mare che parte dalla Grecia Ionica e arriva fino all’Istmo di Corinto.
Nelle acque Canale di Corinto sono presenti 4 specie di cetacei: delfino comune (Delphinus delphis), stenella (Stenella coeruleoalba), tursiope (Tursiops truncatus) e grampo (Grampus griseus). Il delfino comune è classificato come “Endangered” dagli specialisti dello IUCN (www.iucn.org), stenella e tursiope sono classificati come “Vulnerable” e grampo come “Data Deficient”.

Attività di monitoraggio svolte negli anni passati hanno permesso di constatare l’interesse di quest’area, che risulta ancora poco antropizzata, soprattutto nella sua porzione settentrionale. Il progetto di monitoraggio e ricerca che si attiverà nel 2009 consentirà di raccogliere dati sulle specie che vivono nella zona, contribuendo alla loro conservazione, attraverso lo studio di presenza, distribuzione, ecologia e comportamento.


BIOLOGIA MARINA

La Grecia è nota per la sua povertà di risorse ittiche, come il restante Mediterraneo orientale. Tuttavia la Grecia Ionica e il canale di Corinto fanno un po’ eccezione, grazie all’apporto di nutrienti da parte di numerosi corsi d’acqua dolce.
Nella baia antistante Lakazeza sono presenti diverse “macchie” di Posidonia oceanica e spesso si avvistano interessanti organismi marini. Nelle baie vicine, in una delle ultime uscite di snorkeling dell’estate del 2008 è stato avvistato persino un esemplare adulto di cavalluccio marino.
L’attività di ricerca che si intende svolgere verterà inizialmente sulla classificazione della fauna bentonica e nectonica presente nelle diverse porzioni delle baia, sia su substrato naturale che su relitti posizionati a diverse profondità, tramite la tecnica del “visual census”.

ETOLOGIA DEGLI INVERTEBRATI

Nella radura di Lakazeza e nel bosco circostante sono presenti numerosi nidi di diverse specie di formiche. Inizialmente l’attività di ricerca verterà proprio sull’identificazione delle singole specie, successivamente di ogni specie verranno studiati il comportamento e le relazioni tra specie che condividono lo stesso territorio.
 

Email:   info@lakazeza.com  -   Tel: 0030.6956231006